Il cibo è la fonte dell’energia di cui abbiamo bisogno per soddisfare il fabbisogno del metabolismo basale

Più volte al giorno introduciamo nel nostro organismo diverse sostanze,  che vengono elaborate e rese   utilizzabili per mezzo del nostro apparato digerente: Carne, Pesce, Verdure, Frutta fresca, Olio, Burro, Pasta , Pane, Frutta secca, Vino, Alcolici ecc. ecc.

Ogni alimento è composto da uno o più dei  3 macronutrienti:

  • Carboidrati
    • Proteine
    • Grassi

I carboidrati

 Sono nutrienti fondamentali ma sono anche i più pericolosi. Infatti stimolano la produzione dell’insulina nel sangue.

Quando ingeriamo dei carboidrati, infatti, essi vengono generalmente digeriti velocemente ed immessi rapidamente nel circolo sanguigno.

Può accadere che nel sangue ci ritroviamo ad avere tanti, troppi carboidrati. L’organismo per evitare picchi glicemici secerne insulina che, per riportare il più velocemente possibile i carboidrati a livelli normali li trasforma in grassi e li immagazzina come riserva negli adipociti (cellule adatte ad immagazzinare i grassi).

Le proteine

servono a stimolare la produzione di glucagone, ormone fondamentale per trasformare i grassi in energia. Le proteine sono le protagoniste della cosa che più ci interessa: consumare la massa grassa.

Senza un adeguato apporto proteico nell’alimentazione, inoltre, l’organismo si procura le proteine demolendo i muscoli, intaccando così la massa magra e causando, di conseguenza,  un generale stato di spossatezza, che può arrivare all’Ipercatabolismo (IP è una malattia che può condurre alla cachessia).

Potrebbe risultare logico, dunque, mangiare una montagna di proteine così da smaltire subito tutto il nostro grasso in eccesso. In realtà non è così: troppe proteine comportano un lavoro eccessivo del nostro fegato che per smaltirle secerne composti chetonici, che da un lato vengono espulsi   per via renale e dall’altro stimolano la produzione di insulina con le conseguenze che abbiamo già visto.

I grassi

Dobbiamo metterci in testa che tutto ciò che è in eccesso viene trasformato in grasso anche frutta o carne o pesce.  Ovviamente anche i grassi in eccesso vengono trasformati in grasso .

Non dobbiamo dimenticare che sono la fonte di energia migliore di cui disponiamo. Un gr di grasso fornisce in media 9 kcal   (la caloria è l’unità di misura dell’energia e non della ciccia che ne risulta!) contro le circa 4 di carboidrati e proteine.

 I grassi degli alimenti sono fondamentali per il corretto funzionamento degli eicosanoidi, responsabili del funzionamento e del rinnovamento cellulare.

I grassi comprendono anche gli Omega3 fondamentali per la “pulizia” di vene e arterie, tengono sotto controllo il colesterolo, prevengono problemi cardiovascolari e malattie degenerative come l’Alzheimer, rallentano gli effetti dell’invecchiamento e di malattie degenerative (compreso il cancro).

Una alimentazione ideale suddivide gli alimenti  in fonti  favorevoli e sfavorevoli di ciascun macronutriente a seconda della reazione ormonale che stimolano.

   Pertanto è opportuno ricordare :

Per i carboidrati le fonti favorevoli sono quelle a basso indice glicemico:

Mele, pere, albicocche, fagioli, latte, orzo, avena, yogurt naturale, soia, tofu, noci e mandorle

Le proteine si trovano in:

carni (preferire sempre quelle magre e bianche), pesce (meglio se azzurro), albumi (evitare il tuorlo delle uova), latticini e formaggi (mangiare solo quelli magri), soia, tofu, legumi

I grassi provengono sia dal mondo vegetale che da quello animale.

DA LIMITARE: La maggior parte dei  grassi animali  perchè sono saturi

DA PREFERIRE: La maggior parte dei grassi vegetali  perchè sono insaturi

Tutte le informazioni che troverete in questo sito, pur essendo soggette a continui controlli e revisioni, possono contenere delle imprecisioni.